Come mi vuoi?

Buon anno Orta! Sei viva. E lotta insieme a noi.

Anno buio. Come quelli che lo hanno preceduto. Anno di commissarie, come quelli che lo hanno preceduto. Anno di ignobili cadute di stile di chi avrebbe dovuto avere a cuore, in questo anno funesto, le sorti di ognuno di noi, in quanto ortesi, in quanto esseri umani.

Un anno bislacco, pieno di parole abusate, di intelligenze umiliate ed offese. Pieno pure di travestimenti, di sproloqui quando l’onda è alta e di assordantissimi silenzi quando l’onda cala e si va col muso sulla sabbia.

Continua a leggere Come mi vuoi?

Soccombenza con domanda

La Conad aprirà…forse.
Il TAR accoglie la richiesta della società ricorrente e annulla il diniego dell’Ex Responsabile dell’Area Tecnica Adele Ferrante quindi “ne discende che il suddetto Comune, quale effetto conformativo della presente sentenza, dovrà riesaminare l’istanza della P.DF Supermercati s.r.l., assunta al protocollo comunale n. 17534 del 27 agosto 2018 (pratica n. 22/2018 Reg. PdC)”.

Continua a leggere Soccombenza con domanda

La questione morale imposta

Mettiamo un attimo da parte i risvolti giudiziari (se ce ne saranno), mettiamo da parte il Commissariamento, il ricorso e la discussione sul chi ha torto e chi ha ragione.

Il provvedimento di scioglimento del Comune di Orta di Atella redatto dal Prefetto di Caserta e avallato dal Ministero degli Interni restituisce anche un indicazione che dovrebbe essere da monito a tutta la classe politica di Orta di Atella?

Continua a leggere La questione morale imposta

A piedi nudi…

LA STORIA

Un insegnante, in procinto di partire per Budapest, legge sul giornale la notizia della brutale uccisione di un ragazzo originario della provincia di Napoli. La sua tragica fine sembra l’epilogo inevitabile di un destino già segnato. L’insegnante resta sconvolto dalla ricostruzione cruenta dei fatti; il solo pensiero di quella morte lo perseguiterà durante tutto il suo viaggio in Ungheria: e se il ragazzo in questione fosse stato suo alunno? Così pagina dopo pagina prende corpo l’indagine dell’insegnante che metterà a nudo la personalità di quel ragazzo sconosciuto cercando di recuperarne la purezza e la genuinità perduta.

Continua a leggere A piedi nudi…

Tra le righe e gli Omissis

Cosa dice realmente la Relazione sullo scioglimento del Consiglio Comunale di Orta di Atella?

Proviamo a dare un quadro schematico delle maggiori accuse che la Commissione d’Accesso e il Prefetto di Caserta hanno mosso all’Amministrazione Villano.

È certamente vero che uno dei primi aspetti, probabilmente la cornice dentro cui sta dentro tutto il resto, che il Prefetto mette in risalto è la contiguità e la continuità col passato, un legame talmente evidente che il Prefetto stesso, già all’indomani delle elezioni, in seguito al rapporto informativo “rituale” prodotto dall’Arma dei Carabinieri sui candidati eletti, pensa all’invio della Commissione d’Accesso cosa che si concretizza a Febbraio 2019 a poco più di sei mesi dalla proclamazione a Sindaco di Andrea Villano.

Continua a leggere Tra le righe e gli Omissis

Alla ricerca spasmodica di veli pietosi

Scusi signora, ha un velo pietoso?

La signora si guardò attorno con aria attonita. Per anni aveva pensato a questo momento, a quando non sarebbero bastati i veli pietosi e dunque avrebbero chiesto anche il suo. Il momento era giunto. Un momento buio. E quindi consegnò mestamente ma con convinzione il suo velo pietoso.
Ed il momento era davvero buio. Ormai lo sapevano tutti. Ma lo sapevano non solo ad Orta, sopra i pollieri, dietro al cavone o alla crocesanta. Lo sapevano a Succivo, a Casapesenna, ma pure a Cerignola. Anzi a Cerignola pure era arrivato il momento buio, ma un buio talmente bello che quando arrivò qui, il momento buio, non furono trovate parole più adatte, parole più adatte di quelle utilizzate dallo sciolto di Cerignola per descriverlo. D’altra parte le parole mica sono di chi le scrive, di chi le dice, le parole sono di chi gli servono.

Continua a leggere Alla ricerca spasmodica di veli pietosi

Un silenzio assordante

E’ successo di nuovo, un’altra donna violentata, torturata, ammazzata, un film che si ripete quasi ogni giorno. Perché nascere donna in questa mondo è una sfida. 

Abbiamo bisogno di sensibilizzazione? Abbiamo bisogno di nuove leggi e più severe? Abbiamo bisogno innanzitutto della lotta, dell’affermazione di noi stesse come leva della trasformazione della società. 

Una trasformazione innanzitutto culturale, iniziando dalle bambine, dall’educarle a non essere per forza  carine, gentili ed ubbidienti. A prepararle a non essere vittima sacrificale del padre, marito, amante di turno. Innanzitutto nelle mura domestiche. Che si superi definitivamente la mitizzazione della donna angelo del focolare a convenienza e martire della frustrazione dell’uomo sempre più spesso. Un impegno quotidiano. Nessuna deve più tacere, nessuna deve più subire. 

Continua a leggere Un silenzio assordante

A Eleonora. Ribelle!

Eleonora De Majo è una nostra compagna. E potrebbe bastare questo.

Invece non basta, perché anche noi vogliamo dire la nostra, prendere posizione da qui, da Città Visibile, da Orta di Atella, su quello che sta accadendo in questi giorni, specie attraverso i social, dopo che Eleonora è stata nominata Assessora alla Cultura da Sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

Continua a leggere A Eleonora. Ribelle!

CASAMONICA – Le mani su Roma

“La mia città non mi piaceva per questo ho deciso di restare.
Perché il vero amore consiste nell’amare ciò che non ci piace per poterlo cambiare.”

Paolo Borsellino

L’INIZIO
È durante la torrida estate del 2015 che l’Italia intera si accorge con sgomento dell’esistenza del Clan dei Casamonica: durante i funerali di Vittorio Casamonica le note del film ”Il Padrino” accompagnano la carrozza funebre scortata dalla Polizia Municipale mentre piovono petali lanciati da un elicottero e sulla chiesa campeggia la scritta ”Re di Roma”. Sembrano le scene di un film, eppure è la cruda realtà. Da allora video di minacce, pestaggi, aggressioni, ruspe e abbattimenti hanno riempito i notiziari portando l’attenzione dei media nelle periferie romane, regno incontrastato dei Casamonica.

Continua a leggere CASAMONICA – Le mani su Roma