Contro i mulini a vento

Questo articolo fa parte del numero di Marzo de "La Città Visibile"  foglio Informativo del Collettivo che puoi leggere e scaricare qui

Incasellate in categorie di PornHub, muse ispiratrici,  promotrici che vendono qualsiasi prodotto  avvicinandolo alle labbra, ore di lavoro non retribuite, bambole gonfiabili, gattine la cui attenzione viene richiamata con versi animaleschi.

Le donne sono sempre altro, mai esseri umani.

Questa oggettificazione, questa disumanizzazione è frutto di un sistema millenario sul quale la nostra società si fonda: il Patriarcato.

Continua a leggere Contro i mulini a vento

Il numero di Marzo 2020

Foglio Informativo del Collettivo Politico – Culturale “Città Visibile”

Anno Tre Numero Zero
MAI PIÙ COMMISSARIATI
Mese di Pubblicazione: Marzo 2020

COMUNICATO
Questa Domenica era prevista la distribuzione del numero di Marzo del nostro giornalino.
La modalità doveva essere quella di sempre, fuori le chiese e i bar e nelle strade a contatto con i cittadini per parlare dei problemi della nostra Orta di Atella e avere l’occasione per raccontare l’idea di Città che abbiamo in mente.
Questo numero è stato pensato quando gli eventi circa il Coronavirus non erano precipitati e ancora doveva assumere i contorni che ha poi assunto negli ultimi dieci giorni.
Nonostante la realizzazione e la produzione di questo giornale ci costi (in molti sensi) abbiamo deciso di annullare la distribuzione “mano a mano” non solo per essere quanto più ossequiosi alle misure emanate per contrastare la diffusione del virus ma soprattutto come forma di rispetto nei confronti dei nostri concittadini che nel clima attuale possono sentirsi a disagio nel vederselo consegnare. Tuttavia riteniamo che non sia giusto fermare il dibattito politico attorno al futuro del nostro paese e quindi anche se non ci sarà la distribuzione cartacea il giornale sarà disponibile on-line da domenica per essere letto e scaricato in PDF. Rimandiamo di qualche settimana, tanto le nostre idee non scadono. Presto ci riprenderemo le strade, gli abbracci e la voglia di stare insieme per ora #resistiamo restando umani.

Il Collettivo